MODELLI SOCIETARI

La normativa albanese prevede essenzialmente quattro forme societarie:

  • Società in nome collettivo;
  • Società in accomandita semplice;
  • Società a responsabilità limitata;
  • Società per azioni.

Secondo i dati diffusi da Centro di Registrazione Nazionale la Società a responsabilità limitata (Sh.p.k.) è il modello societario più utilizzato. La facilità del procedimento di costituzione, l’ampia autonomia organizzativa, la possibilità di amministrazione attraverso un unico amministratore fa della Sh.p.k. il modello societario più utilizzato anche dagli investitori esteri.

In tale ambito lo Studio offre assistenza specializzata nella stesura di statuti societari “su misura” che siano  disegnati in base alle esigenze del gruppo internazionale che sceglie di investire in Albania. Individuando, in conformità alle vigenti norme, i quorum deliberativi e costitutivi, le forme di controllo, i poteri e i diritti degli organi sociali, e gli strumenti necessari per tenere le assemblee ed i consigli di amministrazione in teleconferenza.

L’approccio internazionale consente, inoltre, di strutturare l’investimento in Albania mediante holding italiana, idonea da raccogliere gli investimenti, in modo funzionale ad un efficace sviluppo dei progetti.

SISTEMA FISCALE

Il sistema fiscale albanese è regolato da un corpo normativo in continua evoluzione.

Nel 2014 il Governo di Tirana  ha introdotto la tassazione progressiva, regolata con fasce per i redditi individuali: no tax area per i redditi fino a 30.000 lek mensili; da 30.001 a 130.000 lek l’aliquota è del 13% per la parte eccedente i 30.000 lek; da 130.001 in su l’aliquota è del 23% per la parte eccedente i 130.000 lek.

ADEMPIMENTI PER L'IMPRENDITORE ITALIANO

Per una impresa italiana, investire in Albania significa destinare una azione imprenditoriale allo sviluppo di attività in un mercato in espansione. Riducendo il grado di dipendenza dal mercato interno.

L’Albania deve essere vista non soltanto come la soluzione ideale per la delocalizzazione di processi produttivi a forte intensità lavorativa (nei settori di abbigliamento, call center, mobilificio, elaborazione dati e lavorazioni manuali in genere), ma anche come la più efficiente soluzione organizzativa per l’avvio e lo sviluppo di iniziative di esportazione nell’area dei Balcani (Montenegro, Croazia, Bosnia, Serbia, Kosovo, Bulgaria, Macedonia e Grecia).

Numerose sono le opportunità per il settore turistico ed estrattivo.

Grazie alla disponibilità di fondi comunitari infrastrutturali, l’Albania rappresenta una importante opportunità anche per le società specializzate in infrastrutture ed opere pubbliche.

DOCUMENTI PER L'EXPORT IN ALBANIA

La legislazione albanese in materia doganale è in linea con la normativa europea in base alla quale la nomenclatura della merce cambia ogni anno secondo le richieste della WTO e degli Accordi di Libero Scambio.

Recentemente la normativa albanese ha recepito delle importanti novità in materia di importazione temporanea delle merci. Il regime introdotto consente l’esenzione totale o parziale di ogni diritto doganale per alcune tipologie di lavorazione come per quella attiva, la lavorazione sotto il controllo doganale etc.

Il team di professionisti dello Studio è in grado di offrire assistenza strutturata in materia di importazione doganale sul suolo albanese.

DOCUMENTI PER L'IMPORT IN ALBANIA

Per l’imprenditore che intende importare dall’Albania si rende necessaria la preparazione di una corposa documentazione che possa permettere al competente Ufficio doganale di stabilire i relativi diritti doganali ed autorizzare il rilascio della merce all’importatore. La consegna della merce viene effettuata a cura dello spedizioniere che ha effettuato il trasporto.

Lo studio si avvale di un apposito gruppo di lavoro che viene guidato da professionisti italiani con esperienza in materia Doganale europea.